Ordine degli Ingegneri di Verona

Consiglio

L’Ordine degli Ingegneri è governato dal Consiglio attraverso cui si rendono perseguibili quei fini istituzionali di tutela degli interessi di natura pubblicistica e degli altri interessi che attengono più direttamente alla categoria. Il Consiglio è l’organo esterno rappresentativo, al quale sono demandate tutte le funzioni alle quali già si è fatto cenno. I componenti del Consiglio sono eletti dall’assemblea degli iscritti nell’albo a maggioranza assoluta di voti segreti per mezzo di schede elettorali. Tutti gli iscritti nell’albo possono essere eletti a far parte del Consiglio. 

Il Consiglio di Verona
 è formato da quindici membri poiché è un Ordine che supera i millecinquecento iscritti, almeno uno dei consiglieri è iscritto alla sezione B (ingegneri triennali). I membri del Consiglio devono essere iscritti nell’albo e durano in carica quattro anni. Essi sono rieleggibili. Fino all’insediamento del nuovo Consiglio, rimane in carica il Consiglio uscente. 

Ciascun Consiglio elegge nel proprio seno un Presidente, iscritto alla Sezione A, un Segretario e un Tesoriere; a queste cariche istituzionali talvolta si aggiunge la figura del Vicepresidente.  

Il Presidente è l’organo posto al vertice dell’organizzazione professionale di cui ha la rappresentanza legale. Egli: 
- convoca e presiede il Consiglio dell’Ordine e l’assemblea; 
- provvede alla preliminare istruttoria nei giudizi disciplinari e cita l’incolpato a comparire,
- revoca, ove risulti sanata la morosità, i provvedimenti di sospensione adottati dal Consiglio nei confronti dei professionisti morosi nel pagamento dei contributi dovuti all’Ordine.
In caso di assenza del Presidente, ne esercita le funzioni il consigliere più anziano per iscrizione all’albo. 

Il Segretario riceve le domande di iscrizione nell’albo annotandole in apposito registro e rilasciando ricevuta ai richiedenti; stende le deliberazioni consiliari, eccetto quelle relative ai giudizi disciplinari, che saranno compilate dai relatori: tiene i registri prescritti dal consiglio, cura la corrispondenza; autentica le copie delle deliberazioni dell’Ordine e del consiglio; ha in consegna l’archivio e la biblioteca. 
In mancanza del Segretario, il consigliere meno anziano per iscrizione all’albo ne fa le veci. 

Il Tesoriere è responsabile dei fondi e degli altri titoli di valore di proprietà dell’Ordine; riscuote il contributo; paga i mandati firmati dal presidente e controfirmati dal Segretario. In caso di bisogno improrogabile, il Presidente designa un consigliere per sostituire il Tesoriere.

Deve peraltro segnalarsi che ormai presso tutti gli Ordini provinciali è organizzato un Ufficio di Segreteria, con personale adeguato alla consistenza numerica degli iscritti e ai servizi che agli stessi si intendono offrire, che coadiuva il Consiglio nelle molteplici attività istituzionali.

L’attuale consiglio è composto da:

ANDREA FALSIROLLO Presidente
VALERIA ANGELITA REALE RUFFINO Vicepresidente
VITTORIO BERTANI Consigliere Segretario
ALBERTO FASANOTTO Tesoriere
SILVIA AVESANIConsigliere
CARLO BEGHINIConsigliere
ALESSIA CANTERIConsigliere
LUIGI CIPRIANIConsigliere
ALESSANDRO DAI PRE’Consigliere
MATTEO LIMONIConsigliere
STEFANO LONARDIConsigliere
GIOVANNI MONTRESORConsigliere
ELISA SILVESTRIConsigliere
ALBERTO VALLIConsigliere
MAURO VINCOConsigliere

Accedi ai verbali delle sedute

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani in contatto per essere informato sulle attività
torna all'inizio del contenuto