Ordine degli Ingegneri di Verona e Provincia

31 October 2019

Quota d’iscrizione 2018

Il Consiglio dell’Ordine ha deliberato di confermare anche per il 2018 le quote di iscrizione decise per lo scorso anno che sono pertanto:
– una quota unica di iscrizione all’Ordine pari a euro 200,00 a prescindere dal numero di settori di iscrizione,
– una quota ridotta pari a euro 50,00 per i laureati da oltre 50 anni e per i giovani neo-laureati per tre anni dall’anno di laurea e fino al compimento dei 30 anni di età (nell’anno del compimento dei 30 anni la quota va pagata intera); quest’ultima condizione viene riconosciuta una tantum, non è pertanto usufruibile nel passaggio da una sezione all’altra dell’Albo o iscrizione contemporanea ad entrambe le sezioni, settori diversi,
– una quota di iscrizione pari a euro 200,00 per le società tra professionisti. 
La scadenza per il pagamento della quota annuale è fissata per il 28 febbraio 2018.
Secondo quanto stabilito dall’art. 5 del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) e dall’art. 15 del D.L. 179/2012 convertito in L. 17 dicembre 2012 n. 221, le Pubbliche Amministrazioni hanno l’obbligo di accettare i pagamenti, dovuti a qualsiasi titolo, anche con l’utilizzo della telematica e della tecnologia dell’informazione e della comunicazione, avvalendosi per le attività di incasso e pagamento dell’infrastruttura tecnologica pubblica di cui all’art. 81 del CAD, resa disponibile dall’agenzia per l’Italia Digitale (AgID). L’AgID, in base ai propri compiti di attuazione del CAD, ha realizzato il progetto PagoPA che impone di conseguire la razionalizzazione ed il contenimento della spesa pubblica attraverso la garanzia di elevati standard di sicurezza e trasparenza delle transazioni.
Ciò premesso, a partire da questo anno, le quote di iscrizione all’Ordine saranno riscosse attraverso il suddetto canale che prevede i seguenti passaggi di interesse per gli iscritti:
– Il sistema Pagodigitale (software gestionale dell’Ordine per l’abilitazione ai nuovi servizi di pagamento per la Pubblica Amministrazione PagoPA) genera le posizioni debitorie degli iscritti e crea gli avvisi di pagamento per ogni iscritto che saranno inoltrati a mezzo pec e che conterranno tutte le istruzioni del caso (anticipiamo che il sistema PagoPA consentirà di scegliere tra alcuni strumenti disponibili: carta di credito o debito o prepagata, oppure il bonifico bancario nel caso si disponga di un conto corrente presso banche e altri prestatori di servizio di pagamento aderenti all’iniziativa)
– a pagamento avvenuto da parte dell’iscritto l’Ordine riceve l’accredito della quota sul proprio conto corrente e il flusso di chiusura della posizione debitoria
– l’iscritto può scaricare la ricevuta liberatoria del pagamento effettuato 
L’avviso di pagamento, Vi sarà inviato per la fine di gennaio-inizio febbraio prossimo; invitiamo pertanto gli iscritti a tenere ben monitorata la propria casella pec al fine di provvedere al pagamento nei termini richiesti.
Evidenziamo che non è possibile effettuare il pagamento con canale diverso da quello sopra indicato.
Ricordiamo che:
 
– Il mancato pagamento della quota di iscrizione “dà luogo a procedimento disciplinare”. “Coloro che non adempiono al versamento possono essere sospesi dall’esercizio professionale, osservate le forme del procedimento disciplinare” (Artt. 18 – 37 – 50 del R.D. 23.10.1925 n. 2537)
– in caso di mancato pagamento della quota nei termini stabiliti, si ricorrerà al recupero del credito per vie legali, con la corresponsione da parte dell’insolvente della quota, delle spese legali dovute all’avvocato (euro 70,00) e delle maggiori spese amministrative dovute all’Ordine, quest’ultime quantificate in euro 50,00. 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani in contatto per essere informato sulle attività
torna all'inizio del contenuto